Come Superare la Crisi di Coppia

Non è un segreto che in ogni coppia ci sono dei periodi in cui sembra apparentemente che tutto vada bene, ma facendo più attenzione si può scorgere qualcosa che non va, qualche segnale che il rapporto non è così idilliaco.

Improvvisamente inizi a notare tutti i difetti del partner: fa troppo rumore mentre cammina per la casa, distende troppo le braccia mentre dorme, ci mette tre ore per prepararsi per una passeggiata con il cane.

Tutto quello che una volta sembrava divertente e carino, ora è diventato insopportabile. Inizi a notare che sei diventata troppo nervosa, ti lamenti con amiche… E ogni giorno tornando verso casa, ti porri la domanda: “cosa devo fare?

Se ti sta accadendo proprio questo, è ora a dire stop

BASTA torturare te stessa, le tue amiche e il tuo compagno con il tuo nervosismo e il tuo umore cattivo.

Devi sapere che tali crisi devono essere affrontate da tutte le coppie, prima o poi, senza eccezioni. Anche coloro che stanno insieme da 25 anni  e si amano, sicuramente ne avranno avute più di una.

Se ti trovi in questa situazione, è importante ricordare che ogni  crisi genera sempre cambiamenti nella visione dei propri valori e anche nelle abitudini della vita quotidiana. Una nuova ripartenza in pratica.

Già  non è facile affrontare una crisi personale  (ad esempio, quella di mezza età) che coinvolge un solo individuo,  figurati quando devi affrontare una crisi con due persone contemporaneamente: serve tanto impegno, pazienza, rispetto, amore e aiuto reciproco.

Inoltre, dopo la  crisi può nascere una nuova e interessante prospettiva del vostro rapporto.  E poi dalla discussione nasce la verità, una migliore comprensione.
Tutto ciò che imparerete dal periodo di crisi, vi permetterà di conoscervi e capirsi meglio. E potete prendervi maggiormente più cura del partner.

Tutto ha un inizio e una fine,  vale anche per la crisi. Se ti ricordi questa semplice verità,  affronterai le difficoltà molto più facilmente.

Quali sono i più comuni periodi di crisi che attraversa una coppia?

Alcuni psicologi hanno sintetizzato e classificato alcuni dei possibili periodi di crisi:

La crisi del primo anno

Tipicamente inizia dopo 6 mesi della nascita della relazione. Viene aggravata se la coppia comincia a vivere insieme.

Come si manifesta: Si comincia a notare che tutto il romanticismo  iniziale è stato sostituito dalla routine, la quotidianità prevale sul mondo idilliaco guardato con gli “occhiali rosa“, si cominciano a scoprire abitudini e  comportamenti del partner che non immaginavate neanche.

Ad esempio:

  • l’uomo non lava mai i piatti, russa di notte, lascia i suoi calzini sparsi per la casa.
  • La donna sta in bagno per più di un’ora, ogni giorno. Oppure si scopre che lei non sa cucinare e tutti i piatti presentati sono  in realtà comprati nella gastronomia sotto casa.

Durante il primo anno di matrimonio le coppie devono fare un sacco di compromessi. Dovete essere pronti per discutere con calma e tranquillità. Con il tempo, nel vostro rapporto si svilupperanno norme e regole, che permetteranno una migliore convivenza.

Gli psicologi familiari ritengono che la crisi del primo anno sia una grande sfida per il rapporto: secondo alcuni studi in questo lasso temporale, il 90% delle coppie scoppiano.

Se davvero ami e apprezzi il tuo compagno, cerca con tutte le forze di superare questo momento difficile, raggiungi il giusto compromesso e ascolta attentamente il partner.


La crisi dei tre anni

Proprio durante questo periodo, il rapporto passa a un nuovo livello: per qualcuno significa avere creato  una famiglia e magari affrontare anche la nascita del bambino.

Gli esperti indicano il periodo di questa crisi tra i 3 e 5 anni.

Come si manifesta: in questo intervallo di tempo hai vissuto insieme al compagno e lo hai conosciuto molto meglio. E sono diventati evidenti non solo i punti di forza del tuo partner ma anche i suoi difetti.

In molte famiglie nascono figli. Naturalmente, la nascita del bambino è una grande gioia e felicità nella vita di una persona.  Ma allo stesso tempo questo comporta tanto stress nella vita di coppia.

Ora ci si deve abituare al nuovo stato: siete diventati genitori. Questo periodo è  accompagnato da affaticamento generale, da notti insonni, pannolini, pianto del bambino, ricostruzione  delle abitudini quotidiani.

In questo periodo, l’uomo può sentire che tutta l’attenzione è rivolta solo al bambino, e lui si sente abbandonato e dimenticato.  La donna si divide tra impegni e preoccupazioni, gli pesa la mancanza di tempo e  la fatica.  Anche a lei può mancare quel  romanticismo che era presente una volta.  Magari con la gravidanza ha preso un po’ di peso e cerca di recuperarlo in vari modi.

Naturalmente iniziano anche le discussioni su come bisogna crescere il bambino.

In questa fase è necessario essere flessibili e rispettare il parere del partner, dovete trovare insieme un percorso da seguire nell’educazione del bambino.


La crisi di sette anni

Comincia tra i 7 e i  9 anni di matrimonio. Questo periodo è chiamato “misterioso” e porta molta instabilità nella vita di coppia.
Come si manifesta: il problema maggiore è che si incrociano e si sovrappongono diversi aspetti della vita e problemi personali.

Uno dei partner potrebbe avere la crisi legata all’età. Se avete dei bambini, allora avrete dei periodi particolari legati alla loro età  in cui iniziano ad andare a scuola.

I bambini in questo periodo hanno una vasta gamma di comportamenti, possono diventare dall’essere dolcissimi ed educati ai più imprevedibili e capricciosi. E anche il genitore più tranquillo del mondo avrà difficoltà a trovare equilibrio e serenità.

Inoltre, cambiamenti significativi si verificano anche nel lavoro: carriera, sviluppo del proprio business, che comportano l’aumento di responsabilità e della quantità di lavoro da svolgere.

E ancora, si cominciano a confrontare le aspettative e i sogni con la realtà, e quando non coincidono, può arrivare la delusione.

Viene la sensazione che la vita è troppo monotona, si sente il bisogno di qualcosa d’insolito, di nuovo, di fuori dall’ordinario.

In questa fase, è importante essere pazienti, come sempre, ed essere più vicini  al partner del solito.

Il modo migliore per uscire dalla crisi in questo caso è quello di provare a fare nuove attività ed avere degli hobby in comune.


La crisi dei 15 anni

Alcuni psicologi la chiamano la “crisi adolescenziale del rapporto” e si può manifestare dopo 15 – 20 anni di matrimonio o di rapporto.

Come si manifesta: si inizia a guardare indietro nella vita segnando periodi “alti” e “bassi” e confrontandoli con il successo di altri.

Di solito in questo periodo, marito e moglie stanno attraversando ognuno una crisi di mezza-età, con cambiamenti negli atteggiamenti e nella visione della vita in generale.

Si inizia a prestare attenzione alle reciproche insoddisfazioni accumulate nel tempo. Vengono dubbi sulla scelta del partner in generale.

Tra l’altro, i figli crescono e diventano autonomi. Se a un certo punto loro decidono di vivere in modo indipendente, voi dovete di nuovo imparare a vivere da soli in due.

In questa fase, siete molto più maturi e saggi rispetto ai primi anni di vita insieme. Vi conoscete molto meglio, ormai siete diventati vera famiglia.

Se in questo periodo di esami dei valori, ti rendi conto che l’altra persona ti ha sostenuto in tutti questi anni, ti regalava il proprio amore e condivideva tutto con te. Vedrai che la crisi finirà molto presto. E il vostro amore diventerà ancora più forte e brillante.

Se invece le vostre aspettative non coincideranno con la realtà, tra voi può scoppiare una vera e propria “guerra”, il cui esito sarà imprevedibile.

Quindi, ricordiamo di nuovo che tutte le crisi hanno un  inizio e una fine. Avendo appreso questa semplice verità sarà molto più facile affrontare tutte le difficoltà.

Bisogna capire che la crisi è una cosa oggettiva, e che aiuta a cambiare il proprio punto di vista. Ricordati che non sei un cattivo marito o una cattiva moglie, questo è soltanto un periodo della vita attraversato da tutte le coppie, senza eccezione.

Proprio il superamento di questi crisi dimostrerà “la resistenza” del rapporto. La crisi rivela tutti i punti deboli (a causa di ciò appunto litigate) e tutti i punti di forza (quello che ti aiuta a risolvere i problemi) della vostra relazione.

Come affrontare la crisi nel rapporto?

couple-802058

Ecco alcuni suggerimenti utili che ti possono aiutare ad affrontare questa difficile fase della vita insieme:

Stima di sé

La crisi è un fenomeno complesso, e invece di concentrarvi sugli sbagli del partner o sull’atmosfera negativa, provate a concentrarvi sul vostro comportamento.

Prestate attenzione a come siete cambiati voi stessi. Avete una nuova esperienza di vita, è cambiato il vostro status sociale (marito / moglie / madre), ragionate su questo. Lavorate sulla vostra autostima e cercate di aiutare anche il vostro partner ad aumentare la fiducia in se.

Sorprese

In questo periodo difficile pensate ad aggiungere momenti piacevoli e sorprendenti alla vostra vita .

Fiori, regali, cene romantiche, sono tutte le cose che sembrano banali, ma hanno un’importanza vitale per il successo e la felicità di una coppia.

Potete inventare qualsiasi cosa, conoscendo le preferenze e le abitudini del vostro partner.

Questo  comportamento è in grado di far passare molto rapidamente il vostro atteggiamento da negativo a positivo.

Ringraziamento

Ogni giorno, ringraziate la persona amata: per ogni piccola cosa, anche per quello che sembra una vera sciocchezza.

Per esempio: “Tesoro, hai stirato le miei camicie così bene. Grazie! Cosa farei senza di te? “- E così ogni giorno.

Oppure: “Amore, grazie per aver mi accompagnata al lavoro. Ti voglio tanto bene

Tra l’altro, ringraziare è sempre importante, e non solo in  situazione di crisi. Un sincero grazie può addirittura aiutare di evitare le situazioni di crisi.

Ricordi

I vostri ricordi comuni aiutano ad accendere di nuovo la scintilla, ed è per questo che molti terapeuti familiari invitano a rivolgersi a essi nel periodo difficile.

Il momento in cui vi siete conosciuti, il primo bacio, il primo appuntamento, la prima volta in cui avete fatto sesso, la vostra musica preferita, i luoghi importanti e i momenti felici passati insieme.  E ‘importante non solo pensarci, ma anche rivisitare i luoghi importanti e tanto cari. Così  rafforzate il vostro legame.

Pensiamo positivo

La crisi è un fenomeno difficile, doloroso e negativo. Cercate di buttare tutti i pensieri negatici fuori dalla testa. Anche nella situazione più difficile, bisogna pensare positivo.

Prestate particolare attenzione alla formulazione delle frasi. Dagli sempre una connotazione positiva, invece di dire: “Non ti vedo mai” – si può dire “Mi piacerebbe passare più tempo insieme“.

Non perdete tempo cercando di trovare i difetti della vostra dolce metà. Pensate piuttosto a tutte le cose che vi hanno fatto innamorare

 

Fate qualcosa insieme

Questo è uno dei momenti più importanti nella costruzione della relazione. Ricordate che qualsiasi attività insieme vi unisce, anche se all’inizio non avete tanta voglia di cominciare.

Ad esempio, fate un viaggio, acquistate una nuova fotocamera e cercate d’imparare a usarla insieme, fate un corso di danza, andate insieme in palestra, ecc

crisi coppia

Intimità

Qualsiasi cosa vi accada, la qualità del sesso nella vostra coppia non deve risentirne, anzi dovrebbe sempre aumentare. Niente mal di testa, stanchezza o abitudini! La vostra vita intima non deve diventare una routine.

Sorprendetevi a vicenda, aggiungete le novità nel rapporti sessuali, scoprite le preferenze e i desideri segreti del vostro partner, sperimentate.

Una vita intima  intensa e piena di passione rafforza il rapporto, consente di sentire il partner molto più vicino, e aiuta a risolvere, o addirittura eliminare la maggior parte dei problemi.

Libertà

Vivere insieme, essere sempre vicini e condividere tutto con il partner può diventare stancante. E questo si sente in maniera più pesante in tempo di crisi.

Se sentite un forte bisogno di libertà esterna o interna, è necessario prendersi una veloce pausa uno dall’altra.

Invece d’insultarvi reciprocamente, provate a incontrare gli amici, visitate i genitori, trovate un nuovo hobby, partecipate a seminari interessanti.

Allontanatevi un poco, tanto quanto basta per sentire la mancanza del partner.

La conoscenza di come si manifestano le crisi ti aiuterà di affrontare questo periodo difficile nella tua vita e di salvare il vostro rapporto d’amore.

Ti è piaciuto? allora Condividi:Share on Facebook
Facebook
3Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Email this to someone
email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.