Come levarselo dalla testa

A chi non è mai capitato? Viaggiamo nel nostro tram tram quotidiano, siamo serene e sicure di noi stesse, magari siamo anche fidanzate, sposate ed innamorate oppure siamo single ma la cosa mica ci pesa, anzi.

Ed ecco che a rovinare la nostra quiete interiore arriva lui, l’uomo dei sogni, arriva il pensiero ossessivo che occupa ogni nostro pensiero, sogni notturni compresi.

A volte lo si incontra per caso, altre si incrocia nei social, in tutti i casi il nostro pensiero è questo: è il destino che ce lo ha fatto incontrare.

E così inizia la nostra ossessione per lui, perché lui di solito è bellissimo, super sexy, carismatico e siamo sicure che ci sa fare come nessun altro.

Il nostro fidanzato/marito/compagno improvvisamente perde tutta quell’importanza che aveva fino a qualche giorno prima, o meglio, continuamo a volergli bene e ad amarlo ma tutti i nostri pensieri sono rivolti a colui che ha catturato ed imprigionato la nostra attenzione.

E che ovviamente è impossibile da conquistare.

Sarebbe tutto così semplice se anche lui fosse così preso da noi, magari ce lo ha anche fatto credere per un attimo: un complimento, un sorriso, una gentilezza, uno sguardo. Tutte cose che se le avesse fatte un altro non così interessante avremmo dimenticato in un nanosecondo mentre fatte da lui, dall’uomo dei sogni, assumono un’importanza fondamentale, vitale, spropositata.

E ci ritroviamo a spiarlo: guardiamo e riguardiamo le sue foto su instangram, ispezioniamo tutte le sue amicizie su facebook (quelle femminili soprattutto), analizziamo tutti i suoi like e soprattutto monitoriamo tutti quelli che sono i suoi spostamenti, avvenimenti, eventi.

E fantastichiamo. Immaginiamo cose che nemmeno nei film potrebbero accadere, tipo di incontrarlo per caso vestite da sera alte e magre come non siamo mai state e che lui ci guarda come se avesse avuto un’apparizione celestiale.

Immaginiamo di ricevere un suo messaggio nel quale ci confessa il suo amore, il suo desiderio, fantastichiamo su appuntamenti romantici, vacanze indescrivibili, baci appassionati…

Ma lui ovviamente non ci caga nemmeno oppure ci concede un sorriso ogni tanto, o un complimento ogni morte di papa, o un like a qualche nostra foto che in realtà abbiamo fatto e postato solo per lui, dopo correzioni varie con Photoshop.

Nel leggere quanto sopra vi ritrovate? Vi rendete conto di quanto sia assurdo tutto ciò? Ecco se lo state vivendo vi chiarisco di cosa si tratta: un’ossessione, e come tale va stroncata subito sul nascere.

Come? Levandosi dalla testa l’uomo impossibile? Come? Smontandolo pezzo per pezzo fino a farlo diventare un uomo comune come tutti.

E’ facile? No è difficilissimo ma non è impossibile.

Intanto è doveroso distinguere tra i pensieri fonte di distrazione e le ossessioni. Sono ossessioni quando non si riesce a pensare ad altro, quando si tratta di pensieri intrusivi.

Diversi  studi ci rivelano che  lo stress è il frutto della rimuginazione: rimuginare i pensieri, trasformarli può provocare depressione e anche malattie importanti.

Ci sono delle vere e proprie strategie da adottare, eccone alcune:

  • canalizzare la propria attenzione cose e persone nuove.
  • non fissarsi su quelli che sono i pensieri della persona oggetto dell’ossessione. Non interessarsi a cosa fa, smettere di spiare i suoi pensieri, i suoi movimenti, le sue cose.
  • Non paragonarsi ad altre donne: ognuna di noi è diversa, non si deve pensare che lui non ci vuole come noi lo vogliamo perché non siamo abbastanza belle o non siamo all’altezza.
  • Al contrario prendiamoci i complimenti che ci arrivano da altre persone e pensiamo che per di queste probabilmente siamo un pensiero fisso: così ci rendiamo conto che desiderare ed essere desiderati spesso non è reciproco.
  • Rendiamoci conto che a volte si è abbagliati e non si vedono le cose con lucidità: non è tutto oro quello che luccica e sicuramente quello che pensiamo sia l’uomo perfetto è pieno di difetti esattamente come tutti noi.
  • Il nostro tempo è prezioso: non sprechiamolo dietro a qualcuno a cui non interessiamo
  • le attenzioni non si elemosinano, mai.
  • In giro da qualche parte c’è qualcuno destinato a noi, magari lo abbiamo già al nostro fianco, non facciamoci distrarre da chi non ci apprezza abbastanza: chi non ci ama non ci merita.
Ti è piaciuto? allora Condividi:Share on Facebook
Facebook
5Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Email this to someone
email

2 thoughts on “Come levarselo dalla testa”

  1. Credo che al giorno d’oggi la situazione sia molto più complicata rispetto a quella di un tempo. Troppe intromissioni nella nostra vita dei social fanno sì che i contatti con nuove persone nella nostra vita siano fin troppo facili.
    Perciò è importante valutare se davvero ne vale la pena, rovinare tutto quello che si è costruito per mesi/anni solo per inseguire un infatuazione passeggera.
    Un saluto da Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.