L’eterna single – quando lo stare sole ci sta stretto

Ognuna di noi conosce almeno un’eterna single, una ragazza che non ha mai o quasi mai avuto fidanzati, né storie, né amori ma che è dedita a studio o lavoro e che comunque ai nostri occhi appare sempre e comunque sorridente e felice. Io ne conosco qualcuna e posso assicurarvi che, almeno dall’esterno, sono tutte spensierate, appagate ed allegre.

Eh facile parlare dall’esterno magari dopo aver cenato a lume di candela con il proprio fidanzato vero?

Lo so. Lo so e me ne scuso. Se l’eterna single sei tu che leggi e la tua condizione ti inizia a stare stretta beh devi sapere alcune cose che forse ti aiuteranno a stare meglio.

Intanto devi capire se sei single per scelta o perché chi vorresti al tuo fianco non è interessato a te. In quest’ultimo caso probabilmente avrai giocato tutte le tue carte per conquistare la persona in questione e se non ci sei riuscita forse è arrivato il momento di gettare la spugna e di rivolgere il proprio interesse altrove.

Se invece sei single per scelta allora il discorso cambia. Fino a poco tempo fa la tua libertà ti piaceva, era ciò che volevi ed ora inizi a sentire la necessità di un rapporto, di una famiglia.

Se è questo il tuo caso dovresti riflettere sul fatto che il bisogno di avere qualcuno al proprio fianco dovrebbe partire dal desiderio di questo qualcuno, ovvero dalla voglia di costruire un rapporto con una determinata e precisa persona. Se si fa mentalmente il percorso contrario (ossia si vorrebbe qualcuno che non si conosce ancora perché ci manca un rapporto a due) si rischia di impostare un rapporto sulle basi sbagliate.

Perché ora ti pesa essere single? Rifletti sul fatto che forse vedere che la maggior parte delle tue amiche hanno messo su famiglia, si sono sposate, hanno fatto figli ti fa sentire, erroneamente, inferiore a loro. Rifletti sul fatto che non è realmente ciò che desideri ma che forse tutte quelle domande, inopportune, che spesso ti vengono rivolte iniziano ad opprimerti “ e tu? Non hai nessuno?” “ e tu cosa aspetti a sposarti?”.

La tua condizioni di single parte da una tua scelta consapevole e intelligente visto che non tutte hanno “le palle” per non accontentarsi. La tua scelta è dettata dal fatto che, oltre ad aver deciso di non sprecare il tuo tempo in storie che nulla hanno a che vedere con l’amore , non hai paura di stare sola. E, credimi, non è da tutti. Avrai inoltre dedicato le tue energie ad altro: studio, lavoro, amicizie. E quindi hai senza dubbio una vita piena. Sicuramente più piena delle vite, purtroppo sono tante, di chi invece si cimenta in una storia pur senza essere innamorata o coinvolta o di chi ci resta nonostante la fine dell’amore. Solo per paura di restare sola.

Spesso chi decide di non accompagnarsi, fidanzarsi, iniziare una storia lo fa perché ama troppo la propria libertà che pone al primo posto. Ovviamente, come per tutte le scelte, come per tutte le cose, ci sono ripensamenti, giorni in cui si mette in dubbio la propria decisione.

E’ uno di questi periodi? Può essere benissimo che tu abbia cambiato idea, puo’ essere che ora sia arrivato il momento di cambiare le cose.

Ecco in tal caso potresti provare a cambiare qualche tua abitudine, a rimetterti in gioco, prova a modificare le tue routine.

A volte è sufficiente uscire con nuove amicizie, frequentare una nuova palestra, iniziare un corso di ballo.  Credo molto nel destino ma credo anche che occorre anche porre le condizioni perché le cose avvengano. Voglio dire: se è destino che incontrerai una persona stai certo che la incontrerai, ma difficilmente accadrà se stai chiusa in casa dalla mattina alla sera.

Un consiglio che posso darti è quello di non accanirti. Non sentirti un passo indietro se non hai messo su famiglia, se non sei fidanzata, se non hai figli.

Non è una gara, è la tua vita. Ho visto persone che in un anno hanno totalmente cambiato la propria vita: incontrato l’amore, avuto figli, trovato un buon lavoro.

Ne ho viste altre che hanno deciso che stanno bene sole, e che fanno un sacco di cose belle.

Non scoraggiarti, non demordere ma non incallirti. Può essere benissimo che tu capisca che in effetti stai bene da sola, come stanno benissimo tante donne. In tal caso goditi la tua vita, i tuoi interessi, te stessa.

E a chi ti domanderà “ma perché non ti fidanzi” rispondi semplicemente “ mi piaccio troppo per dividermi con qualcuno”.

Ti è piaciuto? allora Condividi:Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Email this to someone
email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.