Cosa fare e come comportarsi al primo appuntamento

brother-1252735_960_720

Ecco, ci siamo, il momento è arrivato. Sono settimane che lo immaginiamo, che fantastichiamo,  che flirtiamo con messaggi e ammiccamenti ed ora è arrivato il momento fatidico: il primo appuntamento.

Si tratta di un tassello abbastanza complicato, da questo spesso dipende l’esito di una storia o, meglio, l’esistenza o meno di una storia. Può finire la sera stessa, può continuare per settimane, per anni, potrebbe sfociare in un matrimonio (non ridete: tutti i matrimoni sono iniziati con un primo appuntamento). Di certo si tratta di una carta importante da giocare. Quindi occorre essere preparate e cercare di dare il meglio di sé.

Come comportarsi dunque al primo incontro con il candidato all’uomo della vita?

Beh dipende…dipende dal vostro interesse per il lui, dal suo per te, da come vanno le cose, da cosa ti aspetti da questa storia.

Mettiamo il caso più difficile: sei cotta a puntino e vorresti sposarlo. (concedetemi il caso limite). Occorrerà quindi porsi in un determinato modo. Ma comunque non esiste una regola perché tutto dipende da chi è questo lui, da cosa vuole, da quanto ammonta il suo interesse per te.

Vediamo dunque quali sono le linee guida che valgono più o meno per tutte le tipologie di appuntamento:

Innanzitutto non bisogna avere troppe aspettative, ossia inutile presentarsi con l’obiettivo di farsi fare una proposta di fidanzamento a fine serata perché è molto improbabile che accada. Presentatevi con leggerezza, con la testa vuota da pensieri ed aspettative.

Siate simpatiche. La simpatia è sempre un’arma vincente, certo non si tratta di fare le amicone ma piuttosto di ridere alle sue battute (anche se magari non vi fanno molto ridere), di non prendere troppo sul serio eventuali intoppi.

Sorridete. Sorridere è il passo conseguente al primo. I musi lunghi, le facce annoiate, gli sguardi tristi sono tutti elementi che di certo non porteranno beneficio a questo inizio di storia ma che anzi faranno mal pensare al partner. Quindi sorridete! Fatelo appena lo vedete, fatelo quando vi guarda, fatelo quando vi parla.

Arrossite. Non è una cosa che si fa a comando ma è comunque una qualità. O, meglio, lo è diventata da quando si è persa la caratteristica di arrossire. Eppure arrossire è così bello: chi arrossisce è stato colpito nel segno, quindi arrossite con orgoglio.

Parlate con voce pacata. Ognuno ha la sua voce ma in ogni caso evitate di urlare, di parlare a voce troppo alta o di parlare troppo velocemente. Un tono pacato calmo e rilassato di certo sarà più apprezzato dal vostro interlocutore.

Non fate le professoresse. Chi vi chiede un appuntamento senza dubbio ha gli stessi vostri timori, non mettete quindi in imbarazzo la persona in questione con l’aria da saputella che fa tanto antipatia (avrete poi tempo e modo di sfoderarla avanti se la storia prosegue)

Ascoltate. Ascoltare è un’arte. Seguite con interesse gli argomenti che vi sfodererà il vostro partner e non abbiate paura di fare domande a testimonianza della vostra attenzione per l’argomento trattato.

Preparatevi con cura. Non serve presentarsi truccata e addobbata come una circense ma comunque è bene porre particolare attenzione al look. Il profumo che indosserete rappresenta un punto focale. Dedicate quindi particolare attenzione alla scelta facendo attenzione a non esagerare per non creare l’effetto contrario. Il trucco attento ma non esagerato e un abbigliamento in tono con il luogo che frequenterete (se andate in pizzeria non presentatevi in abito da sera!). Anche i capelli devono essere a posto, ma non azzardate acconciature nuove o tinte nuove per il primo appuntamento:  la crisi da parrucchiera potrebbe rovinarvi la serata e davvero mettervi a disagio. Quindi in questo senso è meglio restare sul vostro look classico, stesso colore di capelli, stesso taglio, stessa acconciatura. Semmai puntate su prodotti per risaltare la brillantezza, su creme profumate etc.

Dimenticate il telefono. Lasciate il cellulare in borsa possibilmente senza suoneria. Evitate di controllare il telefono, dimostrereste disinteresse e maleducazione.

Non parlate dei vostri ex. Né bene né male, l’argomento ex è un tema che è meglio non affrontare soprattutto al primo appuntamento. Se il vostro lui vi fa domande restate sul vago e cambiate sapientemente argomento.

Non siate troppo curiose. La curiosità è femmina e proprio per questo è spesso mal vista dagli uomini. Evitate quindi di fare troppe domande soprattutto se troppo personali.

Non ingozzatevi. Lo so che site sempre pacate nel cibarvi ma mettiamo che l’appuntamento cada proprio nei giorni precedenti i ciclo. Avete idea della fame che si scatena in una donna in pre-ciclo? Ecco avrete poi modo e maniera di manifestare più avanti questo aspetto un po’, ammettiamolo, primitivo. Per ora è meglio non passare per dei lavandini, quindi anche se vi mangereste anche il cameriere cercate di non esagerare con il cibo ma di mangiare il giusto.

Non date per scontato che paghi lui. Spesso l’uomo si offre di pagare ma non datelo per scontato. Se lo fa non dimenticate di ringraziare.

Guardatelo negli occhi. Guardare negli occhi è sempre il modo migliore per capire come stanno le cose. Quando il partner parla va guardato dritto negli occhi. Evitate di guardarvi continuamente intorno, dimostrate che il vostro interesse è per lui e solo per lui.

Parlate delle vostre passioni. Parlate con entusiasmo delle vostre passioni. Quando si parla delle proprie passioni in automatico si è più belli e luminosi. Che si tratti di uno sport, di un arte, di un’attività (ad esempio leggere) non abbiate timore di parlare delle vostre passioni.

Non fate le stressate. Anche se le siete non datelo a vedere. Lo stress è contagioso e voi invece dovete trasmettere relax e tranquillità. Quindi recitate la parte della donna attiva ma calma. (lo so è una specie di bugia ma fa parte di quelle a buon fine)

Siate autoironiche. L’autoironia vince sempre. Lasciate  a casa la vostra permalosità e tirate fuori l’autoironia. Ridere si sé stesse è sintomo di intelligenza.

Siate spontanee. La spontaneità vince sempre, quindi non ponetevi troppe regole ma piuttosto seguite l’istinto. Se quando vi accompagna a casa vi va di baciarlo fatelo.  Gli uomini apprezzano molto le donne vecchio stampo quindi non sentitevi all’antica se rimanderete ai prossimi appuntamenti tutto il resto, anzi direi che sarebbe altamente consigliato farlo.  Questo è comunque un fattore molto personale che dipende da tante cose, impossibile dunque fornire consigli mirati in merito.

Ringraziate. A fine serata fate presenti le vostre impressioni: dire “grazie mi sono divertita” è una frase che nasconde tanto. Può infatti voler dire “spero di rivederti, sono stata bene con te etc”

E se lui non parla?

Può capitare che il vostro partner non parli.  Per timidezza ad esempio. Sta a noi metterlo a nostro agio magari introducendo un argomento che potrebbe interessargli (se siete al ristorante si può parlare di cucina ad esempio).

Di certo è indispensabile che uno dei due rompa il ghiaccio, se non lo fa lui fatelo voi , una volta rotto tutto sarà più semplice e il secondo appuntamento di sicuro sarà ancora più bello, il terzo ancora di più e così via…..

Ti è piaciuto? allora Condividi:Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Email this to someone
email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.