Come capire se piaci ad un ragazzo

couple-168191_960_720

Spesso quando si è direttamente coinvolte in una situazione non si riesce ad essere obiettive.

E’ ciò che capita quando ci interessa qualcuno, quindi anche se saremmo capaci di accorgerci in pochi istanti se a qualcuno interessa, ad esempio,  una nostra amica, non ci riesce di  capire se noi interessiamo o meno a qualcuno.  Perché essendo direttamente coinvolte non riusciamo a vedere con chiarezza e quindi rischiamo di farci fuorviare.

Vedere dall’esterno non è come vivere direttamente le situazioni quindi può capitare, e non è raro ma anzi molto comune, di prendere le classiche “cantonate”.

In particolare quando vorremmo capire se interessiamo o meno a qualcuno è facile cadere in fraintendimenti in un senso o nell’altro.

Generalmente le ragazze sono molto severe con loro stesse quando si parla di piacere a qualcuno. A meno che non si ha una dichiarazione d’amore vera e propria (e a volte anche in questi casi) si tende a mettersi in  discussione e si entra nella fase del “figuriamoci se”: figuriamo se gli piaccio, figuriamoci se stava guardando me, figuriamoci se mi ha chiesto di uscire perché gli piaccio davvero etc.

A volte davvero anche davanti all’evidenza non riusciamo a capire o ad essere certe di piacere a qualcuno. Per contro  ci sono casi in cui al ragazzo proprio non interessiamo eppure noi siamo convinte dell’esatto contrario: magari ci cerca perché è interessato alla nostra migliore amica e noi siamo convinte che il centro dei suoi pensieri siamo noi.

Insomma in un senso o nell’altro si rischia davvero di restare deluse.

Eppure ora con i social è molto più facile comprendere e “sbottonarsi”, una volta si trattava solo di giochi di sguardi, di frasi riportate da amici, di sentito dire. Tutto più difficile ma forse tutto anche più semplice e più bello. Ma come diceva mia nonna “i tempi sono cambiati” e io, che sono a metà tra la generazione della gabina telefonica e quella dei social, posso consigliarvi per il meglio per capire se piacete o meno ad un ragazzo.

Innanzitutto: conoscete o meno il ragazzo in questione? Spesso siamo interessate ad un estraneo ad uno che conosciamo di vista ma con il quale non abbiamo mai scambiato una parola. In tal caso si tratta davvero di giochi di sguardi. All’inizio però perché poi occorre proseguire. E come?

Cercando di conoscere la persona in questione altrimenti come potremo mai interessargli? Si certo può pensare che siamo belle o carine ma “interessare, piacere” è qualcosa di diverso. E noi che non ci accontentiamo vogliamo farci conoscere e capire se siamo entrate nella sua testa.

Se invece conosciamo già la persona in questione la cosa è molto più semplice, e capire se gli interessiamo o meno è meno complicato.

Partiamo da un presupposto: se vogliamo sapere se piacciamo o meno ad una persona è perché questa persona ci interessa. Quindi non ci sarà difficile cercare di avvicinarci a lei sia nel primo che nel secondo caso (quindi sia che non la conosciamo bene e sia che la conosciamo). Abbiamo possibilità di incontrarla personalmente? Se si approfittiamo dell’occasione altrimenti creiamo l’occasione.

Facciamo degli esempi per comprendere meglio: incrociamo la persona quando siamo fuori con il cane? Bene: iniziamo a portare fuori il cane sempre ai soliti orari cercando di incrociare la persona in questione. Se riscontriamo che anche lui esce sempre alla stessa ora molto probabilmente lo fa per incontrarci. Tenete conto che gli uomini rispetto alle donne sono meno navigati in queste strategie e quindi potrebbero pensare “che fortuna che la incontro sempre”  questa cosa gioca senza dubbio a vostro vantaggio: fate pensare che sia il destino a farvi incontrare. In pratica cerchiamo di sfruttare al meglio l’occasione o le occasioni che ci fanno incontrare con il “ragazzo sconosciuto” : al bar per la pausa caffè, in ufficio, nel corridoio dell’università, in palestra etc etc.

A questo punto dopo una serie di incontri e di sguardi approcciarvi sarà quasi naturale: si può iniziare da un ciao e si può cercare di conoscere la persona.

Nel caso in cui la persona in questione è invece qualcuno che già conosciamo occorre avvicinarci a lui meglio per capire se è interessato a noi. Come? I modi sono tantissimi.

Senza dubbio avrete amici in comune che potranno a) organizzare occasioni per farvi incontrare b) tenervi informate sulla situazione sentimentale vigente c) parlare al ragazzo di voi per comprendere il suo giudizio.

Se non volete coinvolgere altre persone ma volete capire da sole se la persona è interessata a voi allora dovete farvi coraggio e cercare di entrare in confidenza con il ragazzo in questione. Modi e maniere dipendono ovviamente dal grado di confidenza che avete.

Tenete presente che il vostro intuito è il primo alleato che avete, le vostre sensazioni,  se non fuorviate da modestia e poca autostima, sono sempre quelle giuste. Esempio: entrate ad una festa o in discoteca o in palestra e lui vi guarda subito? Beh gli piacete senza dubbio.

Un sorriso in questo caso è sempre l’arma vincente e la sua reazione di sicuro sarà la comprova di ciò che dico. Certo che se rimanete sempre sulle vostre sull’alto piedistallo senza mai accennare ad uno stato d’animo sarà difficile comprendere anche i sentimenti della “controparte”: lasciarsi andare un pochino quindi può aiutare a generare una reazione che, a sua volta, vi farà capire quelli che sono i sentimenti nei vostri confronti.

Un altro passo può essere fatto (per le più timide) con l’aiuto dei social. Non apprezzo molto questo sistema perché preferisco le vecchie maniere ma ammetto che se fossero esistiti i social durante la mia adolescenza ne avrei fatto un uso smodato per questioni di amore. Fortuna che non esistevano ancora, in questo modo mi sono salvata la faccia con moltissime persone.

Detto ciò: i social possono venirci di aiuto se usati correttamente. Come? Postate una vostra bella foto. Per bella intendo bella: non il selfie da femme fatale scattato con le mattonelle del bagno come sfondo. Una foto semplice, dove non vi state atteggiando da dive ma dove ridete o sorridete, dove siete più naturali e semplici possibili.

Perché? Perché se gli piacete sarà inevitabile che non vi metta il pollice alzato. Cosa che farebbero invece in ottomila davanti ad una foto provocante (sempre controproducente), altrimenti una bella frase al posto della foto o il link di una canzone. La sua reazione potrebbe rivelare i suoi sentimenti. E poi ci sono sempre i messaggi privati. Li è facile dichiararsi, o perlomeno tentare un approccio “ciao come stai è un po’ che non abbiamo occasione di parlare. Tutto bene? Lavoro? Studio? Fidanzata?” e da li si scopre la sua situazione e, se ci sono i presupposti (ossia se gli interessiamo) il gioco è praticamente fatto.

Ora, dopo i consigli sul come scoprire se piacciamo ad un ragazzo ecco i consigli sul come non comportarsi per scoprirlo:

  1. Tentare di farlo ingelosire
  2. Atteggiarsi eccessivamente sia on line ed off line
  3. Cercare di fare la protagonista
  4. Non degnarlo di uno sguardo pensando erroneamente di catturare la sua attenzione
  5. Fare troppo l’amicona
  6. Pressarlo o letteralmente buttarsi tra le sue braccia (se gli interessiamo non serve a niente).

In questi casi il “cosa non fare” è importante quanto il “cosa fare”, quindi seguite questi consigli e in bocca al lupo, vi lascio con una perla di saggezza sempre molto valida: se son rose fioriranno.

Ti è piaciuto? allora Condividi:Share on Facebook
Facebook
4Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Email this to someone
email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.