Calo del desiderio nella coppia: perché arriva e come gestirlo

I primi periodi di un amore sono belli: è tutto uno scatenarsi di emozioni, di sensazioni, di desiderio. Poi le cose si assestano, e, spesso, con gli anni, può capitare un calo del desiderio.

Si tratta di un accadimento comune a tante coppie e nella maggior parte dei casi non significa diminuzione dell’amore o fine del rapporto.

Quando si verifica un calo del desiderio

In diversi periodi della vita di coppia può verificarsi un calo del desiderio che può coinvolgere un solo partner o anche entrambi nello stesso periodo.

Generalmente le motivazioni di base dalle quali parte il calo del desiderio sono diverse tra uomo e donna ma ci sono casi comuni che non distinguono il genere.

E’ doveroso premettere che si devono escludere tutti i casi in cui il calo del desiderio è legato alla fine del rapporto o ad una relazione extraconiugale.

Detto ciò, di possono distinguere due categorie principali nelle quali inserire gran parte delle motivazioni del calo del desiderio.

Calo del desiderio fisiologico

Il calo del desiderio fisiologico può riguardare indipendentemente uomo e donna: squilibri ormonali o malattie di uno dei partner.

Nella donna le variazioni del desiderio possono essere legate al ciclo mestruale.

La malattia stessa può provocare il calo ma anche la convalescenza ed il timore di “provocarsi dei danni come un affaticamento” possono provocare un calo. Da citare anche i casi come le gravidanze che possono causare nella donna dei cali di desiderio anche protratti nel tempo (anche dopo il parto).

Nell’uomo spesso lo stress da eccessivo lavoro comporta delle modifiche ormonali che conducono al calo del desiderio, soprattutto se il lavoro non gratifica o se fisicamente è molto stancante.

In questo caso il calo del desiderio non è da attribuire ad un problema del rapporto di coppia e generalmente tende a risolversi spontaneamente con il risolversi del problema che l’ha generato.

Calo del desiderio psicologico

Dal punto di vista psicologico possono essere presenti diversi fattori che influiscono sul calo del desiderio. Qui c’è da fare un’analisi sul rapporto di coppia per capire cosa ha dato origine alla diminuzione del desiderio sessuale.

Nell’uomo il calo del desiderio può essere dovuto anche a motivazioni psicologiche: la mancanza di un impiego ad esempio, condizione alla quale generalmente si associa una bassa autostima e che porta ad uno stato simile alla depressione che influenza negativamente la libido.

La mancanza di armonia in casa, i litigi, frequenti, le critiche sono tutti fattori che possono provocare una diminuzione del calo del desiderio, sia nell’uomo che nella donna.

Nella donna il calo del desiderio è spesso legato alle preoccupazioni famigliari: lavoro, casa, figli e non riceve il necessario supporto da parte del partner.

Come aumentare il desiderio nella coppia

Quando la coppia subisce un calo del desiderio, si può cercare di riscoprire l’intimità persa ma non prima di capire la motivazione che ha portato al calo.

C’è carenza di stimoli? C’è un allontanamento dal partner? C’è un distacco? E’ forse subentrata quella routine che può incidere negativamente sulla complicità.

Conoscere le motivazioni che hanno portato al calo del desiderio è quasi essenziale per comprendere quelli che possono essere gli atteggiamenti da assumere per ripristinare il desiderio.

In una coppia è importante tenere sempre viva la fiamma della passione. Non si tratta di un’operazione facile, soprattutto quando gli impegni famigliari ed il lavoro si susseguono e ci immergono. Ma è importante ritagliarsi uno spazio solo per la coppia, è importante non dare per scontati quei piccoli gesti di affetto che spesso smettiamo di fare. Occorre tenere sempre in moto il sentimento proprio per non rischiare che si atrofizzi.

Consigli pratici

Ecco allora qualche consiglio per mantenere vivo il desiderio nella coppia

1 ritagliatevi dello spazio quotidiano per voi, anche solo un’ora la sera trascorsa a vedere la tv abbracciati sul divano

2 prendete la buona abitudine del buongiorno e della buonanotte con un bacio o un abbraccio

3 organizzatevi per quanto possibile di prendervi almeno una sera la settimana tutta per voi (una cena a lume di candela, un week end romantico)

4 durante la giornata scambiatevi qualche messaggio affettuoso

5 lasciate fuori dalla porta i problemi lavorativi

6 cercate di stuzzicare il partner con un nuovo look o comunque curandovi (spesso si tende a trascurarsi un po’ quando si è “accasati”)

Ci sono casi in cui è indicata una terapia di coppia volta a risolvere il problema, rivolgetevi senza timore ad uno specialista che senz’altro vi saprà indicare il percorso da intraprendere.

In ogni caso, ricordate sempre che nelle coppie stabili dove c’è amore il desiderio ritornerà a destinazione, se è ciò che si vuole.

Ti è piaciuto? allora Condividi:Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Email this to someone
email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.